la Calanque d'En Vau

maurizio's picture
maurizio
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
13/09/2013
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
0 m
Quota di arrivo: 
0 m
Lunghezza*: 
5.00 km

Con circa un'ora e mezza di facile camminata (salvo un breve quarto d'ora sul finale) si raggiunge una delle spiagge più belle del mondo, anche se formata da pietre e non da sabbia fine e rovente...
Dal porto di Cassis procedere verso sud-ovest, continuare per una scalinata e per la strada trafficata che si raggiunge. Svoltare per la scorciatoia "Traverse du soleil" in ripida salita, quindi seguire l'Avenue des Calanques e poi l'indicazione "Port-Miou" su un cartello verde con un pedone.
Si raggiunge così la prima calanque, quella di Port-Miou, che altro non è che un'ex cava trasformata in un affollatissimo porto per piccole imbarcazioni da diporto.
Risalire il fianco ovest della calanque seguendo un largo sentiero. Poco dopo un bivio segnalato indica la direzione "Port-Pin" e avvisa che per continuare occorre essere attrezzati (calzature, vestiti, acqua...).
Nelle Calanques non ci sono punti di ristoro o fontane e può soffiare forte il Mistral, il vento gelido del nord che spesso raggiunge i 100 km/h. Occorre essere premuniti anche contro il troppo sole, dato che l'ombra scarseggia e le scottature sono in agguato.
Port-Pin si raggiunge in 30 minuti. Ed è già una meta gradevole.
Qui si possono scegliere due itinerari: a destra il GR 98, a sinistra il più "avventuroso" sentiero verde n.8 che fa il giro della punta, per ritrovarsi allo stesso posto: il plateau (altopiano) de Cadeiron. Con il GR 98, che è più diretto ci si mettono 20 minuti.
All'intersezione dei due sentieri c'è un grosso ometto, molto slanciato. Indica l'inizio della discesa verso la calanque: è un sentiero molto ripido e spesso scivoloso, sia per le pietre levigate, sia per lo sfasciume molto piccolo che ne ricopre dei tratti. Raggiunto il fondo della discesa, in pochi minuti si raggiunge la spiaggia tra alte pareti di roccia, spesso teatro di vie di arrampicata.
In spiaggia tenere conto della rotazione del sole, che, causa le alte pareti di roccia, potrebbe costringervi a traslocare l'accampamento: meglio tenersi verso est, dove verrete via via raggiunti dal resto della compagnia... Scordatevi la solitudine: è una meta ambita da folle di vacanzieri e raggiungibile anche via mare con le canoe in affitto.
Al ritorno si può fare il sentiero alternativo a quello dell'andata.
A metà della ripida salita, le indicazioni sul sentiero suggeriscono di tenersi a sinistra. In effetti la salita è meno dura, ma un po' più lunga, perchè ci si sposta un bel po' verso sinistra. Sull'altipiano piegare verso destra appena possibile e ritornare all'ometto-bivio (30 min dalla spiaggia).

Tipologia Percorso: 

Parzialmente Circolare

 
Impegno Fisico: 

modesto

Attrezzatura: 

scarpe da trekking leggero, provviste e acqua per la giornata

Periodo Consigliato: 

tutto l'anno (d'estate c'è il mondo)

Tempo Complessivo: 

1h30'

Esposizione: 

Sud

Quota di partenza: 

0 m

Quota di Arrivo: 

0 m

Quota Massima: 

180 m

Distanza percorsa: 

5,00 km

Pericolo Oggettivo: 

sentiero sdrucciolevole nell'ultimo tratto (all'inizio per quanto riguarda il ritorno)

Acqua: 

assente

Accesso: 

Splendida passeggiata in un luogo protetto: il parco delle Calanques.
Accesso regolamentato in ragione delle condizioni meteo e del pericolo di incendio: verificare l'accessibilità la sera precedente
http://www.bouches-du-rhone.gouv.fr/files/massif/

sottotitolo: 

come raggiungere una delle 100 spiagge più belle del mondo

Segnavia: 

multicolori: bianco, rosso, blu

Data del rilievo: 

13/09/2013