Monte Crociglia e Monte Carevolo

Ritratto di locontim
locontim
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
13/09/2020
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
1 469 m
Quota di arrivo: 
1 578 m
Dislivello: 
471 m
Lunghezza*: 
10.47 km
Tempo di salita o complessivo*: 
3h45'

Introduzione

i monti Crociglia e Carevolo. Pur essendo settembre inoltrato, l'estate sta dando un poderoso colpo di coda con temperature alte, ma in montagna si sente che l'aria è oramai diversa e tira un venticello frizzante... La zona della Val d'Aveto è piacevole ed è un vero peccato che sia sempre necessario un lungo e faticoso viaggio per raggiungerla (2h15!). Il tracciato si sviluppa intorno ai 1500 metri di quota, ma alla fine a forza di saliscendi si somma un dislivello totale di 450 mt (non poco, considerando che è lungo solo 10 km, andata e ritorno). Da Carasco, presso l'Ipercoop, si fa benzina (a € 1,335 con tessera! In città si va da minimo € 1,380 in su), mentre al ritorno si sceglie di passare dal passo della Scoglina: così ci si può fermare presso la frazione di Ortigaro, a Favale di Malvaro, dalla Pasticceria Galletti (una eccellenza del nostro entroterra - tel.: 0185 975000  email: info@pasticceriagalletti.it ) per fare un po' di acquisti... uno spettacolo per il palato, con un rapporto prezzo/qualità più che ottimo!

Descrizione

Dal parcheggio si prende una sterrata che si inoltra in un bosco, ma poi subito esce dalla vegetazione. A destra c'è la variante per la cima del Crociglia, Di fronte in lontananza spicca già l’odierna meta del monte Carevolo. Si perde quota e si affronta la faggeta. Si continua sulla direttrice principale, ignorando alcune varianti che si innestano. Per l’andata si sceglie di passare dalle creste, più panoramiche, trascurando, temporaneamente i simboli cai che tagliano più in basso. Si supera lo spartiacque erboso con belle vedute. Si arriva dal Passo Cantone 1507 m (area di sosta) e pure qui si sceglie la via a sinistra senza marcatura ma ben evidente. Rispetto alla prima variante è, però, meno panoramica. Con una discesa un po’ ripida, si ritrova il tracciato segnato e subito dopo il Pian del Lupo (1458 m). La vetta del Carevolo è proprio di fronte e con una serie di tornanti si rimonta verso la croce di vetta (1552 m – 2h). La vista spazia in tutte le direzioni… 
Si retrocede dal pianoro e per il rientro, si seguono fedelmente le bandierine cai, sfiorando un altro punto di ristoro. più avanti, si riprende un po’ di quota e quando spiana si va a sinistra per prati raggiungendo la sommità del Monte Crociglia (1578 m – 1h30), presieduta da una grande statua di un angelo. Si scende verso il sottostante sterrato che riporta alla macchina velocemente (15’).
 
In definitiva: Diff. T - 3h45 tot. - Comodità di percorrenza media: discreta. Periodo migliore: estate
 
NB: in caso di gita, verificare, sempre, con Fie, Cai, eventuale Ente parco o altre Istituzioni, pro loco, ecc., che non ci siano state variazioni che abbiano aumentato le difficoltà! Si declina ogni responsabilità. Il presente testo ha solo carattere puramente indicativo e non esaustivo.
 

Informazioni generali

Via:
Segnavia: cai, alcuni tratti senza simboli se si passa dalle creste
Tipologia percorso: a/r con alcune varianti
Periodo consigliato: dalla tarda primavera all'inizio dell'autunno
Esposizione al sole: est
Pericolo Oggettivo: nessuno
Tratti esposti: nessuno
Attrezzatura utile: normale attrezzatura per escursionismo giornaliero
Acqua: n.r.

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Da Rezzoaglio, raggiungibile dall’uscita dell'A12 di Lavagna, si gira a sinistra sulla ss586 (a destra per Santo Stefano), e si continua fino a trovare una galleria, prima della quale si svolta a sinistra x Boschi e Torrio (a 6 km).  La strettissima e contorta rotabile risale fino al borgo di Torrio, dove, ad un bivio, si tiene la sinistra (direzione Ferriere). Si guadagna ancora quota fino al Passo Crociglia 1469 m dove si lascia l'auto, ai bordi della strada presso un area pic nic (circa 19 km da Rezzoaglio). Per il rientro in auto, da Torrio si prende una diramazione asfaltata (solo una decina di metri non lo sono) che in 6 km porta direttamente a Santo Stefano d’Aveto.

Galleria fotografica

#escursioni nell'Appennino Ligure: tracce GPS

#escursioni nell'Appennino Ligure: ci siamo stati!

#escursioni nell'Appennino Ligure: relazioni itinerari

  • Cappella delle Lame

    30/09/2018
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Oramara e Monte Dego

    3/06/2018
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Rifugio Malga Zanoni, anello breve della Scaletta

    17/06/2018
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Antola, da Bavastrelli

    20/05/2018
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Liprando

    1/11/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Rifugio Malga Zanoni

    3/09/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Penna

    2/07/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Lavagnola

    28/05/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Attraversata dal Santuario Monte Croce al mare di Borghetto Santo Spirito

    30/04/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Monte Montarlone

    17/04/2017
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Anello da San Martino di Struppa a Canate

    26/06/2016
    Ritratto di locontim
    locontim
  • I monti Dragnone e Castellaro

    22/05/2016
    Ritratto di locontim
    locontim

Pagine

Provincia di Piacenza: per saperne di più...