Anello delle Mànie

Ritratto di locontim
locontim
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
6/01/2022
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
194 m
Quota di arrivo: 
370 m
Dislivello: 
227 m
Lunghezza*: 
8.30 km
Tempo di salita o complessivo*: 
3h00'

Introduzione

L'anello delle Manie tra sperdute caverne e panorami sul mare.

Il giro va alla caccia di alcune grotte, a volte senza successo (e ciò limita un po’ l’interesse generale). Dalla zona del Bric dei Corvi, il panorama verso la costa è stupendo.

Descrizione

Si parte a piedi e in breve, si trova il punto di ristoro La Grotta e, prima di iniziare l’anello, conviene calare a sinistra per visitare/cercare alcune grotte… Subito c’è l'arma delle Manie (268 m) che è un'enorme apertura, sviluppata in larghezza e altezza. Oltre ci si abbassa sfiorando la parete sulla destra. In breve, spicca l'arma inferiore delle Mánie (un po’ difficoltosa da raggiungere). Sopra ci sarebbe la grotta del Prosciutto, ma l’accesso è impervio e quindi si rinuncia. Più avanti, facilmente, si trova l’interessante grotta Doppia del rio dell'Arma (220 m). Per arrivare dalla grotta del rio dell'Arma bisognerebbe scendere verso il letto del torrente. L’attraversamento dovrebbe avvenire da una piccola vasca artificiale, che però non si trova e perciò si ritorna indietro dalla trattoria La Grotta per continuare la gita. Una volta raggiunta, si prosegue dritti e da una biforcazione a Y, si va a sinistra. Si percorre l’ampia sterrata per 10 minuti e da un bivio, non marcato, si piega a sinistra su un sentierino stretto ma evidente che, in un paio di minuti, conduce alla grotta dei Ciliegi (202 m). Tornati indietro, si va a sinistra in piano. Quasi subito, dovrebbe esserci una larga deviazione a destra per la Fundega do Lujante, ma sfugge, forse perché la vegetazione la resa ora meno visibile…? Una variante a destra appare dopo 10’ e ciò porta a un po’ di confusione, pensando che sia quella per la grotta… Invece, si è già sulla via per proseguire l’anello… Si perde quindi del tempo cercando il passaggio per la grotta (dai resti di una fornace per la calce rotonda). Solo dopo si capisce la situazione, trovando l’abisso dell’Andrassa (salto verticale di 12 metri! Pericolo!) . Si sfiora una cisterna e si prosegue dritti. Raggiunto e superato il pianoro, si incrocia una sterrata (270 m) da percorrere a destra fino alla traccia che taglia, ancora a destra, nella vegetazione. Trovato l’asfalto, lo si attraversa, salendo fino a una sella (325 m) da cui si vede il mare. Si sale, invece, a destra lungo il crinale insistendo fino a vedere una via che, a sinistra, porta in cima al bric dei Corvi (384 m). Scesi, si imbocca a destra la 24h di Finale (prestare attenzione all'eventuale passaggio di bici!). Calando con varie svolte, si ritrova la rotabile presso il ristorante Ferrin, da cui, sulla destra, uno sterrato riporta alla chiesetta di San Giacomo a chiusura dell’anello. 
In sintesi. dif. E - disl. quasi 300 mt - 8 km per circa 3h Tot. + 30’ per cercare la Fundega do Lujante e tutte le pause x vedere i vari luoghi che si incontrano. Comodità percorrenza: a tratti scarsa . Periodo migliore: dall’autunno alla primavera. Tempo: buono. 
 
Se volete ecco il file foto pdf, con un po’ di altre notizie: 
http://www.cralgalliera.altervista.org/LeManie022.pdf  
 
 
 
NB: in caso di gita, verificare, sempre, con FIE, Cai, eventuale Ente parco o altre Istituzioni, pro loco, ecc., che non ci siano state variazioni che abbiano aumentato le difficoltà! Si declina ogni responsabilità. Il presente testo ha solo carattere puramente indicativo e non esaustivo. 
 
Info Sezione Escursionismo Cral Galliera: http://www.cralgalliera.altervista.org/esc.htm  
gite 2022 al link: http://www.cralgalliera.altervista.org/gite021.pdf  

 

Informazioni generali

Segnavia: sporadici
Tipologia percorso: circolare
Periodo consigliato: ottobre, novembre, dicembre, gennaio, febbraio, marzo, aprile
Esposizione al sole: ovest
Pericolo Oggettivo: alcuni accessi alle grotte sono disagevoli e porre attenzione al salto verticale all'abisso dell'Andrassa
Tratti esposti: abisso dell'Andrassa
Attrezzatura utile: normale assetto per escursionismo giornaliero
Acqua: n.r.

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Scesi verso la costa dal casello di Spotorno, si piega a destra in salita per Voze e le Mánie. Oltre Voze, si taglia l'altopiano delle Mánie e, dopo il ristorante Ferrin, si continua per poco più di 2 km, svoltando a destra sulla deviazione che porta all'Arma (direzione osteria del Bosco e trattoria La Grotta). I parcheggi sono limitati, quindi conviene lasciare l’auto da uno spiazzo presso una curva a gomito, prima della chiesa di San Giacomo (alcuni posti disponibili).

Galleria fotografica

#escursioni nel savonese: relazioni itinerari

  • Anello delle Mànie

    6/01/2022
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Chiesa della Madonna degli Angeli

    18/12/2021
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Cappella Don Bosco

    11/12/2021
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Santuario Madonna della Guardia

    10/10/2021
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Sentiero Borgio

    8/01/2021
    Ritratto di locontim
    locontim

#escursioni nel savonese: per saperne di più...